Sono ormai più di 5 anni che corriamo su e giù per i bellissimi sentieri del Monferrato, lungo le fantastiche passeggiate lungomare della Liguria o per i nebbiosi percorsi dell’oltrepò pavese…..e sempre attorno a noi siamo circondati da RIFIUTI di vario genere.

Quindi alla soglia dei 50 anni ci è scattata un’altra molla: BASTA RIMANERE INDIFFERENTI bisogna prendere una posizione, bisogna dare l’esempio.

Così abbiamo iniziato a fare delle uscite un po’ più lunghe (non come km ma come tempi…) , abbiamo iniziato a prendere nota e a documentare quelle cose che ci davano fastidio, ogni volta che vediamo lungo il percorso un materasso, un televisore , una lavatrice fotografiamo e filmiamo e segnaliamo agli addetti del comune certi di fare loro un favore e non un dispetto.

E ci siamo chiesti: ma tutti quelli che passano di lì come noi cosa fanno?

Nulla,probabilmente fanno finta di non vedere oppure pensano che saranno altri ad occuparsene,insomma ragazzi siamo o no uomini di buona volontà,dateci idee e suggerimenti vi aspettiamo numerosi alle nostre iniziative e divulgate il sogno degli spazzorunners: correre in un paesaggio fatto di alberi e non di spazzatura.

A volte lungo un percorso di pochi km riempiamo un saccone nero di bottiglie, lattine ecc. e lo lasciamo vicino ad un bidone ma…..NON SIAMO DEGLI EROI, non vogliamo essere 2 gocce nell’oceano ma vorremmo ispirare nell’anima di chi corre o cammina o va in bici una coscienza ecologica , aumentare nelle persone il senso di rispetto del bene comune , basta indignarsi quando si vede la spazzatura lungo la massicciata della ferrovia o di una tangenziale o lungo un sentiero o lungo le vie delle nostre stesse città e poi…..non fare nulla. Documentate, segnalate ……………impegnatevi con noi!

Ci divertiremo!